In questo articolo ti spiegherò come collegare un monitor esterno al computer portatile, sia con sistema operativo Windows, sia con sistema operativo Mac OS (Apple).

Collegare un monitor esterno ad un computer portatile può essere utile per moltissime ragioni:

- per duplicare lo schermo del computer portatile su uno schermo più grande esterno

(cioè visualizzare la stessa immagine sia sullo schermo del portatile sia sullo schermo esterno ad esso collegato)

- per estendere la superficie di lavoro (area di lavoro) del tuo desktop, tramite uno schermo aggiuntivo esterno

(perchè usi programmi professionali con molte finestre aperte simultaneamente sullo schermo)


I computer portatili hanno comunemente dimensioni ridotte rispetto ai computer chiamati Desktop (ossia da tavolo).

Gli schermi dei computer portatili di solito misurano una diagonale dai 10 ai 17 pollici.

La dimensione ottimale dello schermo per una persona che usa soltanto programmi di videoscrittura ed Internet, può essere stimata intorno ai 13 pollici.

La dimensione ottimale dello schermo di un portatile, per una persona che usa programmi professionali evoluti, con numerose finestre, può essere dai 15 pollici in su.

Ovviamente un computer da 15 pollici o maggiori, peserà di più rispetto ad un portatile con dimensioni minori.


Oggi le aziende produttrici di computer portatili tendono a renderli il più possibile leggeri e trasportabili.

La scocca dove è posizionata la scheda madre, la batteria e sul lato superiore la tastiera, tende ad essere sempre più sottile e leggera rispetto ad anni fa.

Chi usa un computer portatile spesso ha l'esigenza però di lavorare su un monitor di più grandi dimensioni, magari quando rientra in ufficio.

Ad oggi i computer portatili sono molto potenti come prestazioni del processore e dunque molte persone potrebbero non avere la necessità di avere un computer desktop fisso in ufficio, ma potrebbero voler utilizzare soltanto un solo computer, e collegare il computer portatile ad un monitor esterno più grande, quando sono in ufficio.

Le dimensioni dei monitor esterni infatti partono oramai dai 20 pollici in su e con prezzi molto contenuti è possibile acquistare anche monitor molto grandi da 27 pollici, per aprire agevolmente molte finestre dei software professionali.


OCCORRENTE PER COLLEGARE UN MONITOR ESTERNO AL COMPUTER

In questa guida vedremo nel dettaglio cosa occorre per collegare un monitor esterno al computer portatile, ossia in breve:

- un monitor esterno con porta VGA, oppure HDMI, oppure DVI

- il proprio computer portatile, che sia dotato di una porta VGA (computer più vecchi), HDMI (computer moderni), o Mini Display Port (solitamente computer Apple), o USB C (computer Apple)

- un cavo video che si colleghi da un lato al computer (alle porte elencate qui sopra) e dall'altro al monitor (vedere quale porta ha il monitor)

- un eventuale adattatore per il cavo, se non riesci a trovare un cavo con le due porte che ti occorrono alle due estremità


Ma ora vediamo nel dettaglio tutte le procedure per riconoscere i cavi video necessari per il collegamento, poi collegare il monitor esterno al computer, e in ultima istanza impostare il sistema operativo Windows oppure Mac OS per poter configurare il monitor esterno come duplicato del monitor principale, oppure come estensione del monitor principale.